Un suonatore di corno durante il carnevale

Sos Maimones e s'ammuttu

A Oniferi, centro di origine medioevale alle pendici del Gennargentu, i protagonisti del Carnevale, che inizia il 16 gennaio, sono sos Maimones, maschere tipiche che si rifanno al culto dionisiaco.

Carnevale di Oniferi

DA VEDERE
Monumenti

I festeggiamenti del Carnevale oniferese

Le celebrazioni del Carnevale ad Oniferi, come in altri paesi della Barbagia, hanno inizio il 16 gennaio, in occasione della festa di Sant'Antonio. Nei rioni del paese vengono accesi falò in onore del Santo mentre in piazza hanno inizio i tradizionali balli.

Galleria fotografica

Storia dell'evento

La maschera tipica del Carnevale di Oniferi, Su Maimone, scomparsa alla fine degli anni '50 del Novecento, è stata recuperata solo da una decina d'anni, grazie alla tradizione orale tramandata dagli anziani del paese e all'apporto di alcuni studi.
Il termine Maimone deriverebbe dal greco mainomai, sono posseduto, e più in particolare dall'epiteto del Dio Dioniso, Mainoles, il pazzo, il furioso, e viene impiegato, assieme al termine Mamuthone, che presenta la stessa radice, in diversi paesi della Barbagia proprio per indicare le maschere che, rifacendosi al culto dionisiaco, impersonano i seguaci del Dio o il Dio stesso, simbolo di ebbrezza ed estasi.

Contatti

Comune di Oniferi
piazza del Popolo, 2
tel. 0784 70051 70284